Image

Ricavato da cultivar autoctone secondo pratiche di Agricoltura Biologica, l'Olio Extra Vergine d'Oliva Bio PAX viene tracciato e controllato in tutte le sue fasi, dalla raccolta al confezionamento.

L'Olio estratto presenta un aspetto limpido, un colore verde scuto e un gusto fruttato medio, con piacevole sentore di erba appena falciata e mandorla.

Blend ottenuto in prevalenza da varietà autoctone accuratamente selezionate (Leccino, Frantoio, Favolosa SF-17, Pendolino, Leccio del Corno, Gentile di Larino, Sperone di Gallo, Olivastro Rosciola).

 

Image

Leccino

Il Leccino produce olive nere caratterizzate da un retrogusto leggero e dolce al palato. L’Olivo Leccino è un albero molto bello da vedere che può raggiungere dimensioni enormi. Nato in Toscana, rappresenta una delle tipologie di ulivo più coltivate in Italia. La sua forma è inconfondibile, per via dei suoi rami cadenti e la fitta chioma che lo caratterizza.
Solitamente l’ulivo leccino produce grappoli di 4 o 5 olive con maturazione precoce e offre una raccolta molto alta durante la stagione.
Diversamente dalle altre tipologie di olivo, l’olivo Leccino gode di ottima resistenza alle temperature invernali.

Frantoio

L'olivo di varietà frantoio è molto diffuso in Toscana e nel centro Italia. Le piante sono di media vigoria e con un comportamento pendulo.
Il frutto ha una dimensione allungata ovoidale. la maturazione è a scalare e tardiva. I frutti sono alla maturazione nero violacei e la resa è normalmente molto alta (intorno al 20/23%)
Impollinatore: consigliato il Pendolino o il Maurino
Image
Image

Favolosa SF-17

L’ Olivo Favolosa SF-17 è un albero molto bello da vedere, a una Vigoria: bassa e un Portamento: pendulo.
La sua forma è inconfondibile, per via dei suoi rami cadenti e la fitta chioma che lo caratterizza.
Solitamente l’ulivo Favolosa produce grappoli di 4 o 5 olive con maturazione precoce e offre una raccolta molto alta durante la stagione.
Da una popolazione di centinaia di semenzali provenienti da libera impollinazione della varietà Frantoio, si distinse un genotipo, denominato Favolosa (FS-17), protetta nel 1993 con numero di privativa Brev. CNR 1165 nv.

Pendolino

Albero: l'olivo di varietà Pendolino a origini Toscane. Le piante hanno poca vigoria con un comportamento pendulo accentuato, le foglie sono strette e lunghe di medie dimensioni e di colore verde/grigio piuttosto scuro.
Il frutto ha una dimensione obovata. La maturazione è contemporanea. I frutti alla maturazione hanno una ottima resa ( intorno al 22/23%).
La varietà è molto diffusa in toscana come impollinatore. ha una media resistenza al freddo.
Image
Image

Leccio del corno

L'olivo di varietà Leccio del Corno è una pianta di origini Toscana. Le piante hanno uno sviluppo medio, la chioma è fitta con foglie di notevoli dimensioni e di colore verde intenso.
Il frutto è di forma rotondeggiante. La maturazione è tardiva a scalare. I frutti sono alla maturazione di colore verde con resa buona (intorno al 19/20%).
La messa in produzione o a frutto è abbastanza precoce, presenta una buona fruttificazione, la pianta è autosterile e richiedi l'impollinatore. Ottima resistenza al freddo.
Impollinatore: consignato il Pendolino o il Moraiolo, Leccino.

Sperone di gallo

La Sperone di gallo è una cultivar di olivo da olio e da mensa coltivata in un ristretto areale a ridosso del fiume Tappino affluente del Fortore nella provincia di Campobasso, soprattutto nel centro Molise.
Sinonimi: astrone, prevenzane, sprone, zampa di gallo, oliva torta
Resistente Al freddo: medio alta
Di origine locale, risulta diffusa negli agri di Riccia, Tufara, Toro, Baranello, Campodipietra Limosano dove è presente nella percentuale del 80-90%, mentre nei comuni di Ielsi, San Giuliano del Sannio, Oratino, Busso, Roccaspromonte è presente nella percentuale del 50-60% come pure a Venafro, Pozzilli e Sesto Campano.
Gli alberi hanno un portamento espanso di notevoli dimensioni. Particolare è la drupa, lunga, liscia curvata da un lato e convessa dall’altra. A maturazione avanzata raggrinzisce prendendo la forma dello sperone di un gallo, da cui prende il nome. Il distacco polpa/nocciolo risulta difficile. L’epoca di fioritura è tardiva, così pure l’epoca di maturazione che avviene gradualmente. La colorazione delle drupe alla raccolta è di colore rosso vinoso. Le olive vengono utilizzate sia per la produzione di olio che per la mensa. La resa è del 22-24%; l’olio denota un fruttato verde delicato.
Image
Image

Rosciola Olivastro

Di probabile origine della zona di Rotello, che le attribuisce il nome. Diffusa anche nei comuni di Macchia Val Fortore, Pietracatella, San Elia a Pianisi, Toro, Limosano
Pianta di media vigoria, con il tronco di forma cilindrica schiacciata, con fenditure longitudinali.
Le drupe hanno una forma sferoidale. Caratteristica è la fase di invasatura, poiché la colorazione inizia gradualmente partendo dall’apice del frutto e a maturazione assume un colore rosso vinoso. Il distacco polpa-nocciolo è agevole.
La resa industriale in olio è del 18%; la produttività è elevata, ma soggetta ad alternanza. L’olio all’analisi organolettica presenta un fruttato di oliva matura, armonioso.